Silvia Fomasi

Silvia Fomasi è nata il 5 Maggio 1983 a Varese. La città prealpina tuttavia le risulta stretta da subito; le sue radici sono in Valtellina, terra natale di suo padre. In montagna, a contatto diretto con la natura, trova il suo equilibrio. Gli animali facenti parte dell’habitat alpino, l’hanno da subito incuriosita. La vita pastorale che nelle montagne lombarde è parte integrante del reddito di sussistenza degli autoctonie ed  il lavoro del cane presso le greggi, le hanno fatto maturare negli anni la voglia di conoscere sempre di più la cinofilia. Il suo sodalizio con il mondo canino non è stato per nulla facile, poiché, come capita a molti ragazzi, era impossibilitata a gestire un cane in casa. Tuttavia  attratta e motivata da questi animali ha maturato l’idea di aiutare coloro che avevano problemi di gestione con il proprio cane.

Dal dog sitting  dei cani altrui, a volte soggetti problematici, spesso anche solo per il piacere di farlo, senza alcun compendio economico,  Silvia si e’ creata le basi per poter comprendere meglio il loro linguaggio. L’amore per la natura l’ha portata a conseguire diversi brevetti nella subacquea elaborando diversi metodi per potere insegnare tale materia ai neofiti. Diplomatasi al liceo artistico è amante del disegno e della creatività. Dopo aver svolto diversi lavori per sostentarsi, aver lasciato gli studi di  “scienze naturali”, Silvia ha adottato un jack russell terrier e con esso ha conosciuto il mondo dell’agility e del lavoro “funzionale” in acqua.

Nel nostro centro cinofilo si occupa essenzialmente di agility dog, di “cani problematici” e di acquaticità.

Con i cani si apprende costantemente!

Penso all’agility come ad un modo molto funzionale e pratico per lavorare sull’intesa con il cane; per migliorare nel conduttore la prossemica e nel cane i tempi di reazione. 

La mia filosofia 

Nella cinofilia  oltre allo studio e all’esperienza serve molta pazienza. Credo che essere paziente sia necessario per far si che il cane apprenda con tranquillità. Ai clienti con i quali lavoro, cerco di insegnare per prima cosa la fiducia nelle potenzialità del loro cane. 

Il cane è per l’uomo l’animale utile per eccellenza. Grazie al cane siamo usciti dallo stato selvatico, ci siamo affacciati agli albori della civiltà.

Piero Scanziani
Scrittore Italo Svizzero
Quando si lavora con gli animali non si deve mai prevedere di metterci meno di un’ora per fare cose che richiedono dieci minuti.

GLI ALTRI ISTRUTTORI

Leonardo Caputo

Gisella Fornara

Elena Tartufoli

Camillo Caccia